Cassazione, annullata decisione che rimise Fabrizio Corona in carcere

Fabrizio Corona

MILANO, 29 SET – La Cassazione ha annullato, in parte con rinvio (per un aspetto relativo a un difetto di motivazione) e in parte senza, il provvedimento con cui il Tribunale di Sorveglianza di Milano, lo scorso marzo, aveva revocato per Fabrizio Corona, a causa di una serie di violazioni delle prescrizioni, il differimento di pena a lui concesso nel dicembre 2019 per una patologia psichiatrica, facendolo tornare in carcere. Lo ha spiegato il suo legale, l’avvocato Ivano Chiesa.

“E ora chi chiede scusa a Fabrizio Corona?”

Già nei mesi scorsi, sempre su istanza della difesa, i giudici della Sorveglianza avevano sospeso il provvedimento e l’ex agente fotografico era tornato a casa in detenzione domiciliare. “Chi aveva ragione? E adesso chi chiede scusa a Fabrizio per oltre 20 giorni dentro?”, ha detto Chiesa, spiegando che l’ex ‘re dei paparazzi’ viene “processato anche per aver rotto il vetro dell’ambulanza” quel giorno, quando seppe di dover rientrare in carcere. (ANSA).

Condividi