Il vero cancro del pianeta è la guerra contro l’Uomo

cancro del pianeta

di Cosimo Massaro – Stiamo vivendo tempi epocali dove tutto si è invertito! Il male è diventato bene, un uomo e una donna non li si può più considerare per quello che sono, il genitore uno e il due hanno sostituito il padre e la madre, un uomo sano oggi è considerato malato fino a prova contraria. Tutto sta crollando, quel mondo che abbiamo sempre conosciuto non esiste più. Quei profondi valori che ci hanno sempre fatto da guida non esistono più.

Le filosofie di punta sposate dai servi del male sono il transumanesimo, cioè la realizzazione di un nuovo uomo, un ibrido uomo-macchina e il postumanesimo, cioè un andare oltre l’uomo, perché ritenuto obsoleto e non meritevole della sua continuazione su questa Terra. Gli esseri umani sono considerati dall’èlite globale come un vero e proprio cancro per questo pianeta, quindi meritevoli di essere debellati in qualsiasi modo, oppure, schiavizzati e automatizzati come cyborg. Il vero cancro che ha colpito questo pianeta è rappresentato da questi esseri senza anima, dominati dalle forze del male e dal loro ego.

Il vero cancro del pianeta è la guerra contro l’Uomo

Considerando gli accadimenti si rende necessario un cambiamento di paradigma. La guerra in atto non si sta manifestando secondo gli schemi tipici dei conflitti che abbiamo sempre studiato nella storia, dove si contrapponevano Nazioni e popoli tra di loro. Oggi ci troviamo davanti ad un conflitto finale dove la vera guerra di fondo è contro l’uomo. Questi esseri luciferini e senza anima, stanno potando il loro attacco finale. Non potendo attaccare il Creatore, attaccano la sua creatura, cioè l’uomo, portatore di quella scintilla divina che si manifesta attraverso la sua capacità creativa, unica in tutto il creato.

L’umanità si è totalmente spaccata, indipendentemente dal grado culturale o provenienza territoriale. In tutte le parti del mondo, da un lato troviamo gente totalmente allineata alle informazioni propagandistiche utilizzate dalla dittatura globalizzatrice e dall’altra troviamo persone che non si sono lasciate abbindolare dalle false informazione divulgate.

La falsa informazione, facendo leva sulla paura e sul terrorismo mediatico, ha canalizzato nella popolazione notizie negative a bassa frequenza che hanno colpito soprattutto quelle anime che erano “sintonizzate” su tali frequenze. La paura della morte, l’assenza di spirito critico e di discernimento, ha portato queste persone a credere a tutto ciò che è stato loro detto. Non tutti però sono caduti nell’inganno globale, infatti in tutte le parti del mondo troviamo anime sintonizzate sulle alte frequenze, che non si sono lasciate ingannare dalle forze del male. Quindi il problema non è culturale ma animico.

A questo punto, se la guerra globale messa in atto dagli esseri luciferini mira a colpire l’uomo, in quanto tale, questo deve farci comprendere che è diventato prioritario unirci secondo nuovi schemi che non sono più quelli che abbiamo conosciuto fino ad ora. Occorre un nuovo spirito patriottico, che non unisca più gli uomini solo in base alla loro territorialità, bensì in virtù della condivisione degli stessi valori. Necessità alimentare un “Patriottismo Valoriale” così come da me definito.

L’uomo nella sua interezza è costituito da anima, spirito e corpo fisico. Purtroppo non tutte le persone possiedono questi tre fondamentali elementi, che rendono completo l’uomo. Molti di loro sono involucri vuoti, ormai spenti. Dobbiamo riconoscerci e fare gruppo, tutto questo è fondamentale per riuscire ad affrontare al meglio i tempi ancor più duri che ci attendono.

Non spegniamo mai la nostra scintilla divina creativa, continuiamo a sviluppare i nostri talenti attraverso l’operato quotidiano, mettiamo sempre a disposizione le nostre capacità anche per il raggiungimento del bene comune e che ognuno apporti il proprio contributo, secondo le proprie possibilità, alla battaglia epocale che stiamo vivendo.

Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli;chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli. Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada. Sono venuto infatti a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera: e i nemici dell’uomo saranno quelli della sua casa. (Matteo 10, 32-36)

Amiamo, sogniamo, lavoriamo e costruiamo tutti insieme quel mondo migliore che tutti noi desideriamo vedere davanti ai nostri occhi.

Cosimo Massaro

Condividi