Piacenza, fa infibulare le figlie in Africa: arrestato extracomunitario

fa infibulare le figlie in Africa

È stato arrestato dai carabinieri il padre delle due bambine residenti a Piacenza che sono state sottoposte alla pratica dell’infibulazione nel loro Paese d’origine. A dare la notizia è il quotidiano piacentino Libertà, che aveva rivelato la vicenda.Il caso risale all’inizio dell’estate e la misura di custodia cautelare è stata eseguita nei giorni scorsi.

Fa infibulare le figlie in Africa

Secondo le ricostruzioni, l’uomo aveva approfittato di un viaggio in Africa per sottoporre le bimbe all’infibulazione. A segnalare quanto successo erano stati i medici dell’Asl di Piacenza, che avevano visitato le bambine. L’infibulazione, la pratica di mutilazione dei genitali femminili, è vietata e punita dal codice penale italiano anche se il reato è commesso all’estero. Per l’uomo l’ipotesi di reato è infibulazione con l’aggravante di averla commessa su minori. https://tg24.sky.it

mutilazioni genitali

Condividi