Covid, Virginia Raggi e la lezione anti assembramento

“Durante controlli anti-assembramento, dei vigili sono stati accerchiati e insultati da un gruppo di ragazzi a Trastevere. Comportamenti di questo tipo sono inaccettabili oltre che di una gravità inaudita. Non abbassiamo la guardia e rispettiamo le regole.”, scrive la sindaca grillina Virginia Raggi su Twitter.
Puntuale arriva la risposta: “Pensi se fossero stati accerchiati da un branco di cinghiali forse finiva peggio…”

Virginia Raggi e la caccia agli assembramenti… “verso gli abissi del ridicolo”

“Mi ricandido, Roma ha bisogno di una guida sicura”

Condividi