Bassetti: vaccino obbligatorio personale sanitario andava fatto a ottobre

Una piccola parte del personale sanitario rifiuta di sottoporsi alla vaccinazione contro il Covid – L’opinione di Matteo Bassetti a ‘Stasera Italia’.

Barbara Palombelli: “Credo che per legge, per decreto-legge, andava messo riparo a questa libertà (di non vaccinarsi) perché non è una libertà. È scandaloso quello che è stato detto. Non è assolutamente obbligatorio fare l’infermiere al tempo del covid-19. Uno si può mettere in aspettativa se ha questa credenza, si mette in aspettativa a tempo indeterminato e poi ritornerà.

Matteo Bassetti ritiene che, per il personale sanitario, il vaccino debba essere obbligatorio per legge: “Io trovo assolutamente scandaloso come lo trova lei. Soprattutto devo dire che trovo scandaloso che ci siano alcuni argomenti che vengono utilizzati proprio da persone che lavorano nel sistema sanitario perché l’antiscienza e il movimento No vax purtroppo nasce proprio internamente agli ospedali, al mondo sanitario. Ma qui non si tratta di essere pro o contro i vaccini. Qui si tratta di dire che stiamo combattendo una guerra e nella guerra ci vogliono regole da guerra. Evidente se tu devi andare in guerra e vai a fare il vigile del fuoco, e ti dicono che devi mettere una tuta ignifuga e non te la vuoi mettere, non puoi andare a fare il vigile del fuoco perché sennò quando vai aiutare le persone ti bruci. E così vale per il vaccino. Non ti vuoi vaccinare? Sei fuori dall’ospedale perché qua il problema non è dire ”allora mettiamo chi non si vuole vaccinare nelle segreterie o lontano dai pazienti”. Non va bene perché allora uno lo sceglie per non lavorare, per lavorare di meno. Il problema, però mi consenta di dirlo, è legato molto alla politica perché una legge sulla vaccinazione gli operatori sanitari andava fatta ottobre, non oggi che è tardi. Oggi purtroppo vediamo gli effetti di una non legge”.

Condividi