Pasqua in lockdown, Lamorgese: faremo controlli capillari

Lamorgese controlli capillari

Controlli capillari per il lockdown di Pasqua 2021, quando l’Italia sarà zona rossa con divieti, regole e nuove restrizioni per i cittadini. Questo il piano del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, spiegato oggi in un’intervista al quotidiano ‘La Stampa’.

“Purtroppo a causa della crescita dei contagi, gli italiani sono chiamati ad altri sacrifici dopo un anno di forti limitazioni non facile per le famiglie e le imprese”, ha affermato il ministro, sottolineando come “le forze di polizia, i militari e le polizie locali, come sempre, faranno la loro parte per svolgere controlli capillari sul territorio. Ma un effettivo rispetto delle regole, che in questo contesto è finalizzato alla tutela della salute di tutti i cittadini, dipende soprattutto dai comportamenti individuali e dal senso civico che ci deve legare come comunità nazionale”.

“Il governo guidato dal presidente Draghi deve affrontare un’emergenza sanitaria e una campagna di vaccinazione senza precedenti, ma ha anche il compito di scrivere il Recovery Plan e di tenere insieme una base parlamentare molto ampia e variegata su temi in alcuni casi divisivi. – ha detto ancora Lamorgese.

Per quel che riguarda il ministero dell’Interno, l’azione di governo deve mirare ad individuare un punto di equilibrio, senza forzare in un senso o nell’altro che offra garanzie sufficienti a tutte le posizioni in campo. Con questo spirito, due giorni fa ho ricevuto al Viminale il senatore Matteo Salvini e allo stesso modo, se lo chiederanno, mi confronterò con gli altri leader dei partiti”. (adnkronos)

Condividi

 

2 thoughts on “Pasqua in lockdown, Lamorgese: faremo controlli capillari

  1. La volontà della Lamorgese e di tutto il Parlamento è quella di ANNIENTARE la CLASSE MEDIA, radere al suolo tutte le attività economiche lasciando prosperare solo i grandi gruppi multinazionali: questo è il COMUNISMO v2.0 dove pochissimi miliardari possederanno tutto, mentre il popolo non avrà nulla, nemmeno il diritto di respirare (si emette CO2) e nemmeno di vivere, perchè per LORO, l’Umanità è un parassita che infesta il LORO pianeta.

Comments are closed.