Vaccino AstraZeneca, ora Ema mette paura: ”gravi allergie”

Il blocco precauzionale, su tutto il territorio nazionale, per il lotto ABV2856 del vaccino anti-Covid AstraZeneca, deciso dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), sta suscitando preoccupazione tra gli italiani. Altri paesi europei hanno seguito il nostro sospendendo l’uso come misura precauzionale.

L’azienda anglo-svedese si è difesa sostenendo che “non esiste nessuna prova su un aumento dei rischi” ed un importante rassicurazione è arrivata anche dall’ Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) che ha invitato a “continuare ad usare il vaccino”.

Tuttavia una dichiarazione ufficiale dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha alimentato ulteriore paura. “Gravi allergie sono tra i possibili effetti collaterali del vaccino anti-Covid di AstraZeneca” ha affermato l’organizzazione che ha sede ad Amsterdam. notizie.tiscali.it

Gravi allergie dovrebbero essere aggiunte ai possibili effetti collaterali del vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca, dopo che reazioni di questo tipo sono state riscontrate nel Regno Unito, ha reso noto oggi l’Ema in un comunicato.
    L’agenzia europea ha “raccomandato un aggiornamento delle informazioni sul prodotto per includere anafilassi e ipersensibilità (reazioni allergiche) come effetti collaterali”.   (ANSA)

Oms: continuare a usare il vaccino

“Dovremmo continuare a usare il vaccino AstraZeneca, non c’è motivo per non farlo” ha affermato Margaret Harris, portavoce dell’Oms durante una conferenza stampa delle Nazioni Unite a Ginevra. Posizione condivisa anche dal ministro della Salute tedesco, Jens Spahn, che ha criticato l’interruzione della somministrazione del vaccino presa da diversi paesi europei.

Condividi