“Invece di leggere i piani pandemici vanno a mangiare la carbonara”

Scontro sempre più duro sulla questione del piano pandemico per il Coronavirus. “Il politico da’ l’indirizzo, ma il motore sono i tecnici. A me pare ci sia un andazzo per cui si dice: voi passate, ma noi restiamo”: così rincara la dose, dopo l’attacco di ieri a Speranza, il viceministro M5s della Salute Pierpaolo Sileri, che attacca con durezza: “C’e’ gente che non risponde ai cronisti, che preferisce andare a mangiarsi la carbonara invece di leggersi i piani pandemici e spiegare“, riferendosi “ai responsabili della Prevenzione: Ruocco, Ranieri Guerra e Claudio Damario“.

Poi aggiunge: “L’unico che e’ rimasto nel ministero e’ (il segretario generale) Ruocco e per questo chiedo che si dimetta e che chieda scusa”. Sileri parla del caso del piano pandemico del 2006 che secondo il direttore dell’Oms Ranieri Guerra dice essendo un piano del 2006 era contro le pandemie influenzali e quindi non era necessario aggiornarlo.

Replica Sileri: “Guerra e’ anche bravo, ma non prendiamoci in giro, non giochiamo con le parole. Quel piano e’ del 2006 e andava aggiornato”, per poi puntare l’indice: “Quel piano non ha voci bibliografiche, ha le tabelle vuote. Quando dico che andava aggiornato, dico che non doveva restare lettera morta in un cassetto. Andava comunicato, servivano esercitazioni, controlli, monitoraggi, individuare una catena di comando. Nulla, in 14 anni”, lamenta Sileri.  affaritaliani.it

Condividi