Crisi Covid, Visco: ci sarà qualche vittima fra le banche

ROMA, 22 OTT – “Questo shock senza precedenti” della crisi Covid “potrebbe causare qualche vittima fra le banche”. Lo afferma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco nel suo intervento alla seconda conferenza Baffi Carefin sottolineando come le banche “sono entrate nella crisi con una posizione di capitale e di liquidità più forte rispetto precedente” e le autorità di vigilanza hanno preso delle misure come il divieto di dividendi ma la prevedibile crescita dei crediti deteriorati deve spingere le banche “a incrementare gli accantonamenti” non nascondendo gli Npl e in Europa devono essere varate iniziative per il varo di veicoli appositi per gestire tali crediti e per modificare le norme sul tema. (ANSA).

(ASKANEWS) È un tema “cruciale” assicurare la capacità di resilienza del sistema bancario al probabile aumento delle perdite sui crediti. Lo ha sottolineato il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, secondo cui “come garantire la resilienza del sistema bancario di fronte a un probabile aumento delle perdite sui crediti è una questione cruciale”.

“Poichè si prevede – ha spiegato il governatore – che ulteriori perdite sui crediti si concretizzeranno nei prossimi mesi, diverse banche hanno già iniziato ad aumentare gli accantonamenti in misura sostanziale. È certamente auspicabile un approccio prudente agli accantonamenti nella fase attuale”.”Guardando al futuro – ha aggiunto Visco alla seconda ‘Baffi Carefin conference’ organizzata da Bankitalia e dall’università Bocconi – è fondamentale che le autorità di vigilanza e di regolamentazione raggiungano un equilibrio tra l’evitare restrizioni procicliche al credito e il mantenere pratiche di gestione del rischio sicure e lungimiranti”.

Condividi