Meluzzi: un’élite di pazzi vuole decidere anche di che cosa dobbiamo morire


di Radio Radio TV

Jeff Bezos è diventato la prima persone di sempre ad avere un #patrimonio di 200 miliardi. Un nuovo record che evidenzia come le disparità all’interno della società continuino ad aumentare invece di assottigliarsi. Il popolo è sempre più distante dalla élite, una frattura incolmabile tra chi detiene potere economico e politico e chi invece è costretto ad obbedire e accettare le condizioni che gli vengono imposte.

Il popolo è veramente sovrano? Chi sono i veri padroni del mondo? Dove risiede il vero potere? Ecco cosa ha detto il prof. Meluzzi a ‘Un Giorno Speciale’ con Fabio Duranti e Francesco Vergovich.

“Questi pazzi ritengono di voler essere Dio, quindi decidere il destino dell’umanità, decidere se l’umanità deve aumentare di numero o diminuire, decidere di cosa deve morire, decidere che cosa deve mangiare. E’ un delirio di onnipotenza di un’élite che la sta coltivando ormai da secoli.

C’è una battaglia tra il bene e il male nel cuore di chiunque: questa battaglia tra il bene e il male credo possa averla anche il dottor Fauci, che pure è molto asservito alla BigPharma, al #mainstream ecc… e che si è battuto contro Trump anche qui.
Anche il più compromesso degli individui, come ci spiega bene il Manzoni nel capitolo dell’Innominato, ha una scintilla di luce alla quale non dobbiamo rinunciare.
Dicono i monaci buddisti “Namasté”, che significa “saluto il divino che è in te”. Anche nelle persone più vendute e corrotte c’è sempre una scintilla di luce, una scintilla a cui chi vuole tenere alta la bandiera della verità deve guardare e sperare: il Signore Gesù e la Vergine Maria non ci abbandoneranno”.

Condividi