Gentiloni: “Subito ok al Recovery fund”

La Commissione europea ha ulteriormente rivisto al ribasso le previsioni di crescita economica a seguito della pandemia di Covid e l’Italia risulta il Paese che nel 2020 subirà la recessione più acuta, con un meno 11,2% del Pil (rispetto a un meno 8,7% dell’Eurozona) a fronte del meno 9,5% indicato due mesi fa. Nel 2021 il Pil italiano rimbalzerà però del 6,1%, rimbalzo analogo alla media dell’Eurozona, ma inferiore a quello di Francia e Spagna, tra i Paesi più colpiti insieme al nostro.

“Le previsioni odierne dimostrano gli effetti economici devastanti della pandemia”, ha detto il commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni. “In tutta Europa – ha aggiunto – la risposta politica ha permesso di ammortizzare i danni per i nostri cittadini, ma la situazione rimane caratterizzata da disparità, disuguaglianze e insicurezza crescenti. Ecco perché è così importante raggiungere rapidamente un accordo sul piano di ripresa proposto dalla Commissione, per infondere nelle nostre economie, in questo periodo critico, sia nuova fiducia che nuove risorse finanziarie”.

Del resto, la grave recessione riguarda un po’ tutti, soprattutto nell’area Euro, dove la contrazione attesa a livello generale è dell’8,7 % nel 2020, anche in questo caso superiore ai livelli previsti in precedenza, che fissavano la decrescita al 7,7 % per la zona euro. La buona notizia è che “i primi dati relativi a maggio e giugno indicano che il peggio potrebbe essere passato – scrive la Commissione – Si prevede che la ripresa acquisti vigore nella seconda metà dell’anno, pur rimanendo incompleta e disomogenea tra gli Stati membri”.

http://europa.today.it

Grecia stanca della Troika: “Condizionalità del Recovery Fund inaccettabili”
(L’inciucio nostrano tenta di farlo passare per un affare!)

Grecia stanca della Troika: “Condizionalità del Recovery Fund inaccettabili”

Condividi