Sessismo, candidato sinistra attacca Ceccardi “al guinzaglio di Salvini”

Marco Zanni: “Oggi sul Corriere Eugenio Giani, candidato della sinistra in Toscana, attacca la nostra Susanna Ceccardi definendola “donna al guinzaglio” di Salvini.
Ma cari democratici, dove sono finite tutte le vostre battaglie di civiltà? Inqualificabili”

Giovanni Donzelli: “Solidarietà a Susanna. Eugenio Giani inizia il confronto con il centrodestra nel peggiore dei modi. Volgare, sessista, sprezzante del civile confronto democratico. Una donna di destra non può secondo lui essere libera. Per Giani può essere solo l’animale al guinzaglio del suo capo maschio. Non è l’Eugenio Giani che conoscevo, forse ha paura davvero. Ma non è una giustificazione.”

Disumanizzare l’avversario -precisa Donzelli –  trasformarlo in una bestia al guinzaglio, vuol dire trasformarlo in un nemico contro cui tutto è lecito. Se è una donna è grave il doppio. Spargere odio così, all’inizio di una campagna elettorale che cade durante la peggiore crisi sociale ed economica è irresponsabile e pericoloso. Mi auguro che gli esponenti del Pd prendano le distanze da questo inaccettabile linguaggio di Eugenio Giani. Li invito a confrontarsi sui contenuti, sul rilancio economico necessario, sul lavoro e sulle infrastrutture senza offendere, se gli riesce”. Lo scrive su Facebook il deputato toscano e responsabile organizzazione di Fratelli d’Italia, Giovanni Donzelli, commentando un’intervista al Corriere Fiorentino del candidato governatore del centrosinistra, Eugenio Giani.

Condividi