Cassazione, Mammone: Csm punta elevata del sistema istituzionale italiano

“Ho sempre lavorato con autonomia indipendenza, con impegno e professionalità, e penso che questa sia la via che deve seguire ogni magistrato”. Lo ha detto il Primo Presidente della Cassazione, Giovanni Mammone, intervenendo al Plenum del Csm, dove si discuteva la pratica del suo collocamento a riposo, il 17 luglio prossimo, per raggiunto limite di età, dopo aver indossato la toga per 42 anni.

“Sono stato in Csm in ruoli diversi che mi hanno fatto conoscere veramente questo palazzo. Il Csm è un patrimonio delle nostre istituzioni, rappresenta una delle punte più elevate del sistema istituzionale italiano, perché rappresenta alla collettività l’immagine costituzionale della separazione dei poteri. Si deve saper coltivare questo patrimonio e dargli prestigio”, ha sottolineato.

“Mi auguro che il momento di crisi che vive la magistratura sia solo un momento e che saprà essere presto superato. E il 15 luglio ci sarà l’occasione di un mio nuovo intervento in plenum e avrò il piacere di free far sentire a tutti il mio ringraziamento”, ha aggiunto Mammone.  (askanews)

Taormina: “Caro Mattarella, il CSM si scioglie anche per funzionamento criminale”

Ieri dal Quirinale è arrivata una nota sul Csm. “Per quanto superfluo va chiarito che il Presidente della Repubblica si muove – e deve muoversi – nell’ambito dei compiti e secondo le regole previste dalla Costituzione e dalla legge e non può sciogliere il Consiglio Superiore della Magistratura in base a una propria valutazione discrezionale”….

mieli magistratura
Csm, Paolo Mieli: “Mandarli tutti a casa. Qualsiasi cosa è meglio di questo verminaio”

“C’è un governo di sinistra, e non gliene importa nulla: sanno che da almeno una trentina d’anni le cose stanno così e sanno che resteranno per un’altra trentina”. Secondo Paolo Mieli non cambierà nulla sul fronte giustizia, nonostante la fiducia sia ai minimi storici dopo il cortocircuito che l’ha colpita, non risparmiando anche una parte…

Nino Di Matteo 41 bis
Di Matteo: nel Csm clientelismo e correnti diffusi come cancro

Dentro il Csm “una malattia si è diffusa come un cancro con la prevalenza di logiche di clientelismo, appartenenza correntizia o di cordata, di collateralismo con la politica anche attraverso scelte sempre più spesso dettate dalla mera opportunità piuttosto che dalla doverosità dell’agire“. Lo ha detto il consigliere togato del Csm, Nino Di Matteo, durante…

giudici graziati
Riforma Giustizia, Anm: “no risposta emozionale” a scandalo Csm

ROMA, 21 LUG – Nella riforma della Giustizia del ministro Bonafede ci sono aspetti “positivi”, ma anche interventi che tradiscono “una visione delle criticità del processo penale punitiva per la magistratura”. L’Anm torna a criticare la riforma, che costituisce “una risposta emozionale” alla bufera che ha investito la magistratura. “Non accettiamo riforme che siano l’esito…

Condividi