Pakistan: ragazzine rapite, stuprate, costrette a convertirsi all’Islam

Rapite, stuprate, costrette a convertirsi all’Islam e a sposare il proprio aguzzino. E’ la sorte a cui ogni anno, in Pakistan, vanno incontro circa mille ragazze, adolescenti o perfino bambine, cristiane o di religione indù.

Antirazzismo, la Roma in campo con magliette “Black lives matter”

Condividi