Le ronde dei 60mila, Becchi: “c’è del metodo in questa follia”

Il prof Becchi: “Le ronde civiche per la sicurezza dei cittadini nella notte non si potevano fare perché c‘erano le forze dell‘ ordine che si dovevano occupare di questo, ora invece per controllare i cittadini giorno e notte arrivano gli „assistenti civici“. Eppure c’è del metodo in questa follia”

Condividi