Una sinistra ipocrita e subalterna


Fare i cortei contro qualcuno è un segno di totale subalternità e manco lo capiscono!
Il residuo blocco di garantiti e privilegiati è diventato anti fascista di professione ma gli servirà a poco. Che squallore fare gli antifascisti senza fascismo per paura di perdere il potere ed i privilegi ad esso legati. Zingaretti caduto nel trappolone ed incapace di uscirne deve ricordare piazze piene ed urne vuote e così è e sarà.

La sinistra ipocrita e salottiera fomenta una grottesca guerra civile per preservare il proprio traballante potere. Vergogna, vergogna e ancora vergogna strumentalizzare l’antifascismo per 4 voti in più! Ma il giochino della sinistra durerà poco e finirà male per loro!

Il giornale fondato dall’ex fascista Scalfari che distribuisce patenti di antifascismo è grottesco. Mi vergogno di essere italiano quando vedo disperati come Zingaretti ed altri rifugiarsi nell’antifascismo per paura di perdere. Molti degli ipocriti e finti censori dell’inesistente pericolo fascista di oggi sono fra gli ex firmatari dell’appello contro cosiddetto “Commissario Torturatore” Luigi Calabresi! La sinistra italiana che strumentalizza l’anti fascismo in funzione anti Salvini a Bologna è vergognosa ed irresponsabile, oltre che profondamente ipocrita!

Francesco Squillante

Condividi