Ilva, Becchi: “Gli italiani perdono il lavoro e questi infami discutono la tassa sulla plastica”

L’addio di Arcelor Mittal all’ex Ilva di Taranto arriva come un fulmine a ciel sereno su un Movimento 5 Stelle allo sbando. In molti puntano già il dito contro Luigi Di Maio, ex ministro dello Sviluppo, e del suo successore (grillino) Stefano Patuanelli, entrambi avevano infatti promesso ai tarantini la chiusura dello stabilimento dichiarando guerra all’acciaieria.

A decretare la fine dei pentastellati dopo la figuraccia-Ilva è Paolo Becchi: “Oltre diecimila posti di lavoro a rischio a Taranto per scelte politiche demenziali – cinguetta alquanto alterato – e questi infami discutono sulla tassa da introdurre sulla plastica. Quanto può ancora durare lo sfascio del Paese, cosa deve ancora sopportare il popolo italiano?”.  liberoquotidiano.it

Condividi