Germania: uccide 15enne tedesca, afghano trovato morto in cella

Un migrante afgano, condannato per aver ucciso la sua ragazza tedesca di 15 anni, è stato trovato morto nella sua cella in un carcere minorile a Schifferstadt all’inizio del 10 ottobre. Il migrante, che è stato identificato solo come Abdul D. a causa delle norme tedesche sulla privacy, stava scontando la pena detentiva di 8,5 anni che gli è stata consegnata nel settembre 2018.

Mentre i pubblici ministeri hanno dichiarato che i funzionari della prigione non avevano notato alcun segno di “intento suicida”, AP osserva che il migrante apparentemente si è impiccato. In precedenza, Abdul D. ha confessato di aver pugnalato a morte la sua fidanzata tedesca di 15 anni, Mia V. il 27 dicembre 2017 con un coltello da cucina in una farmacia a Kandel, una cittadina al confine franco-tedesco.

Il migrante era arrivato in Germania nell’aprile 2016. La sua richiesta di asilo era stata respinta nel febbraio 2017, sebbene abbia continuato a rimanere nel paese illegalmente. Quando ha commesso l’omicidio aveva solo 15 anni.

Il caso, ampiamente coperto dai media tedeschi, portò a mesi di proteste a Kandel, da parte degli oppositori della politica di immigrazionedella  Merkel.

https://sputniknews.com

Condividi

 

Articoli recenti