Malta: metà migranti da ridistribuire sono ancora qui

LA VALLETTA – Metà dei migranti arrivati in questi mesi di sbarchi sotto promessa di pronta ricollocazione in vari Paesi europei è ancora ferma a Malta. Lo ha detto il ministro degli Affari Interni maltese, Michael Farrugia, partecipando ad un programma della tv di stato Tvm.

“Solo Francia e Germania hanno onorato i loro impegni e anzi hanno accettato anche migranti che sarebbero dovuti andare in altri Paesi”, ha affermato Farrugia due giorni dopo il minivertice della Valletta aggiungendo di confidare che il problema possa essere risolto “nelle prossime settimane”.

Il ministro ha ricordato che il sistema di accoglienza maltese (che garantisce “sin dal giorno uno” ai richiedenti asilo vitto, alloggio e permesso di lavoro per un anno) è “sotto stress” per l’impennata di arrivi e ha annunciato la decisione di ampliare le infrastrutture sia nell’open center di Hal Far, allo scopo di mantenere “standard di dignità” e promuovere l’integrazione legale, che nei centri di prima accoglienza allo scopo di accelerare le visite mediche. (ANSAmed).

Condividi