Migranti, Open Arms: “Decimo giorno a bordo, vergogna Europa”

“Decimo giorno a bordo, una caldissima domenica di agosto. Resistiamo, abbiamo 160 motivi per farlo. 160 esseri umani che hanno il diritto di sbarcare in un porto sicuro. Vergogna Europa. Meglio multati che complici”. Lo scrive in un tweet Open Arms.

In 9 lasciano la Open Arms, tre sono malati – Nell’attesa di un porto la Ong ha però chiesto e ottenuto  che tre persone vengano fatte sbarcare per motivi di salute. Si tratta di una donna di 32 anni con sospetto tumore al cervello, una ragazza di 28 che ha la polmonite e un 20enne che potrebbe essere affetto da tubercolosi. L’evacuazione è stata disposta e, oltre ai tre migranti che necessitano di cure, sono scesi dall’imbarcazione anche sei accompagnatori. Dei nove solo uno, il caso di Tbc, sbarcherà a Lampedusa, gli altri verranno portati a Malta.

Procura di Agrigento apre un’indagine – La Procura di Agrigento ha aperto un’indagine, a carico di ignoti, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, dopo che nei giorni scorsi tre migranti sono sbarcati dalla Open Arms. I tre, insieme ai nove presi a bordo dalla Guardia costiera nelle ultime ore – saranno sentiti dalla Squadra mobile di Agrigento per cercare di identificare i possibili scafisti, così come accade per ogni sbarco.  tgcom24.mediaset.it

Condividi