Richard Gere contro il Decreto Sicurezza bis: “molto inquietante”

Lampedusa, 10 ago. (askanews) – Il decreto sicurezza bis, ora legge, che prevede la confisca delle navi che sbarcheranno in Italia violando il divieto del ministero e multe fino a un milione di euro, preoccupa, e non poco, Richard Gere.

“Ero in vacanza con i miei amici a Roma e ho sentito di questa nuova legge molto inquietante. Così ho chiesto ai miei amici di Open Arms, cosa pensate di fare contro questa legge?”. Non è stato facile, inoltre, trovare una barca per rifornire di acqua e provviste la nave Open Arms, attualmente in mare con 160 migranti, 39 imbarcati questa notte e 121 in attesa da 10 giorni dell’autorizzazione a sbarcare nel porto più vicino.

Negli italiani qualcosa è cambiato, ha detto l’attore hollywoodiano e presunto “attivista per i diritti umani”, oggi in conferenza stampa a Lampedusa assieme ai responsabili della ong spagnola e a Chef Rubio. “Stavano finendo l’acqua e il cibo, è molto importante che portiamo loro acqua e cibo, ci sarà un’altra barca ad approviggionarli fra 5-6 giorni“.  (askanews)

Condividi