Ebola, Oms: ‘Emergenza Internazionale ma non chiudere i confini’

Cresce l’allarme per l’epidemia di Ebola in corso nella Repubblica democratica del Congo e l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha deliberato lo stato di ‘Emergenza Internazionale di Salute Pubblica’. La decisione è stata presa dal Comitato istituito dall’Oms, che si è riunito a Ginevra per la quarta volta dall’inizio dell’epidemia nel paese africano, lo scorso ottobre.

“La dichiarazione – ha precisato il direttore del Comitato Robert Steffen – è una misura che riconosce il possibile aumento del rischio nazionale e regionale, e il bisogno di una azione coordinata e intensificata per gestirlo”. A preoccupare gli esperti è l’espansione geografica dell’epidemia, con i casi che ora coprono un’area di 500 chilometri quadrati.

Nessun paese dovrebbe chiudere i propri confini o porre restrizioni ai viaggi o ai commerci – ha precisato Steffen -. Queste misure sono implementate di solito in base alla paura e non hanno basi scientifiche”. La risposta, ha sottolineato il direttore generale Oms Thedros Adhanom Ghebreyesus, è stata ritardata anche dalla mancanza di fondi. “E’ tempo che il mondo prenda coscienza e raddoppi gli sforzi – ha affermato -. Dobbiamo lavorare insieme in solidarietà con il Congo per mettere fine all’epidemia e costruire un sistema sanitario migliore. Un lavoro straordinario è stato fatto per quasi un anno nelle circostanze più difficili. Dobbiamo a questi operatori un contributo maggiore”.

– in Congo contagiati 750 bambini

In Congo, 750 bambini sono stati colpiti dal virus Ebola (31% dei casi) ed il 40% ha meno di 5 anni. Fino ad oggi quasi 2.500 persone sono state contagiate nel focolaio in corso, di cui 1.665 sono morte. Lo ha reso noto Marixie Mercado, portavoce dell’Unicef al Palazzo delle Nazioni a Ginevra, dopo una missione nella Repubblica Democratica del Congo, a Kivu Nord e Ituri, le due province colpite dal virus, e a Goma, Beni, Butembo e Bunia.

“Questa epidemia – ha avvertito Mercado – sta contagiando un maggior numero di bambini rispetto alle precedenti. Al 7 luglio, si erano verificati 750 contagi fra i bambini. Questo numero rappresenta il 31% del totale dei casi, rispetto a circa il 20% nelle epidemie precedenti. I bambini piccoli, con meno di 5 anni, sono particolarmente colpiti e a loro volta stanno contagiando le donne. ANSA SALUTE

Congo: Ebola si diffonde vicino al Rwanda, a Goma infettato un pastore

Si sono registrati due “tristi sviluppi” nell’epidemia di Ebola in corso nella Repubblica democratica del Congo. A segnalarli è il direttore generale dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel corso di un incontro di alto livello per fare il punto sulla situazione: è stato registrato infatti il primo caso di Ebola nella città…

Ebola in Congo, Medici senza Frontiere: servono 148 milioni di dollari

Si aggrava l’epidemia e la gestione di Ebola della Repubblica democratica del Congo. Domenica scorsa il centro di Medici Senza frontiere (Msf) nell’est del Paese è stato incendiato a Katwa da alcune persone, costringendo staff e pazienti ad evacuare, mentre il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, parla di “una situazione…

UE: stanziati 1,2 miliardi di euro per l’ebola, riunione per ulteriori donazioni

  Valutare l’efficacia della risposta alla diffusione del virus Ebola nell’Africa occidentale e pianificare e sostenere sul lungo termine i Paesi maggiormente coinvolti. Questi gli obiettivi principali della conferenza di alto livello convocata domani a Bruxelles sul contrasto all’Ebola. L’evento è presieduto da Ue, Guinea, Sierra Leone, Liberia, Onu, Unione Africana e dalla Comunità economica…

Ebola: la Banca Mondiale vuole un fondo di “miliardi di dollari”

  14 nov (askanews) – Una pandemia globale potrebbe fare milioni di morti se la comunita’ internazionale tardasse di nuovo a fronteggiare una crisi come quella provocata dall’Ebola in Africa occidentale. Questo il monito arrivato dal presidente della Banca mondiale, Jim Yong, alla vigilia del vertice del G20 in Australia, sollecitando la creazione di un…

 

Condividi