Mediterranea rifiuta approdo a Malta. Salvini: “è pirateria”

“Gli amici di Malta hanno dato la disponibilità del porto di La Valletta come punto di sbarco” per la nave Alex della ong Mediterranea, che però ha rifiutato, “allora basta: è evidente che si tratta di pirateria anche in questo caso“. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini al Gr 1 Rai.

C’è un porto sicuro, un porto europeo indicato: se questa nave dei centri sociali disubbidisse anche a un’indicazione di un’autorità europea sarebbe di una gravità assoluta“, ha avvisato Salvini.”Non c’è di mezzo la Libia o la Tunisia, ma un porto di un Paese europeo”, ha concluso.

La nave Alex dell’ong Mediterranea, con 54 clandestini a bordo, è arrivata alle 4 di questa mattina a 12 miglia da Lampedusa. Lo annuncia la stessa ong sottolineando come “un decreto dei Ministri di Interno, Difesa e Trasporti ci vieta l’ingresso”.

Il decreto è illegittimo – spiega Mediterranea in un tweet -: perché non può applicarsi a una nave che ha effettuato una operazione di soccorso a tutela della vita umana in mare. E perché non può essere vietato a una bandiera italiana ingresso nelle acque del proprio Paese“.

Intanto da Malta è arrivata la disponibilità a offrire un porto, ma la ong ha risposto che “per le condizioni psicofisiche delle persone a bordo e le caratteristiche della nave, non è in grado di affrontare la traversata verso Malta”.

Nave Ong Mediterranea chiede attracco a Lampedusa

Condividi