Bologna: tunisino armato di coltello semina panico davanti moschea

Tensione ieri pomeriggio davanti alla moschea di via Torleone, nel pieno centro di Bologna, dove un tunisino di 49 anni ha dato in escandescenze ed estratto un coltello perché pretendeva di entrare nella struttura per andare in bagno, saltando la fila degli altri fedeli che aspettavano di accedere per pregare.

A subire l’aggressione è stato in particolare un 27enne del Bangladesh che ha anche girato un video dell’accaduto: il ragazzo è stato minacciato con l’arma dal magrebino, che poi gli ha buttato a terra il telefonino. La presenza di una persona armata di un coltello davanti alla moschea ha creato un certo allarme in via Torleone. dove è intervenuta la Polizia con pattuglie della Digos, non potendo inizialmente escludere l’eventuale gesto di un attentatore. Si è poi chiarito che si trattava per fortuna di un fatto meno grave.

L’uomo si era già allontanato ma è stato rintracciato poco lontano dagli agenti e portato in Questura. È stato denunciato per il porto illegale dell’arma e per le minacce. A quanto pare, il 49enne tunisino non è nuovo ad aggressioni ed episodi di violenza e alla moschea di via Torleone è conosciuto per i problemi che crea.

di Etv

Condividi