Omicidio Khashoggi, Sauditi vietano l’ingresso ai funzionari ONU

ISTANBUL – Le autorità dell’Arabia Saudita hanno negato stamani l’ingresso nel loro consolato di Istanbul al team di esperti Onu guidato da Agnes Callamard, relatrice speciale sulle Esecuzioni extragiudiziali, sommarie o arbitrarie, giunto ieri in Turchia per indagare sull’uccisione di Jamal Khashoggi. Lo riferisce Ntv.

Callamard si era recata alla sede diplomatica di Riad insieme ai suoi collaboratori, tra cui alcuni esperti forensi. La relatrice Onu ha spiegato di aver anche chiesto un incontro all’ambasciatore saudita in Turchia, che al momento non le è stato concesso. In giornata, è invece previsto un incontro con il procuratore capo di Istanbul, Irfan Fidan, che ha condotto l’inchiesta penale e chiesto l’estradizione dei sospetti membri dello squadrone che ha ucciso il reporter.

“Sto conducendo questa indagine di mia iniziativa”, visto che “finora, non c’è stato alcun segnale che le Nazioni Unite e gli Stati membri intendano chiedere ufficialmente o condurre un’indagine penale internazionale”, ha spiegato a Hurriyet l’esperta delle Nazioni Unite, che resterà in Turchia fino a domenica. L’esito delle indagini di Callamard verrà sottoposto nella sessione di giugno al Consiglio dei Diritti umani dell’Onu. (ANSAmed).

Condividi