Migrante ucciso all’ex Moi di Torino

TORINO, 18 GEN – Un migrante è stato ucciso a Torino nei locali dell’ex Moi, l’ex mercato ortofrutticolo e poi villaggio olimpico nel 2006 ancora occupato da alcuni extracomunitari. Sul posto è presente la polizia. La vittima sarebbe stata colpita alla testa. La vittima è un cittadino nigeriano. Il delitto potrebbe essere un regolamento di conti legato all’aggressione di ieri, in pieno centro di Torino, di un altro nigeriano, colpito con un’accetta da un connazionale. ansa

Torino: migrante ferito con l’accetta da un altro straniero

“Ciò che è accaduto ieri all’ex Moi è un fatto criminale da tenere separato dallo sgombero. Non inciderà sulla procedura, che va avanti ed è già stata fissata. Escludo, inoltre, che abbia risvolti di ordine pubblico”. Così il questore di Torino, Francesco Messina, sul delitto avvenuto nella palazzina di via Giordano Bruno.

“Le indagini – spiega il questore – sono in corso per rintracciare l’assassino e non abbiamo avuto nessuna difficoltà ad acquisire informazioni all’interno del Moi: non ci sono stati atteggiamenti ostili o problemi di ordine pubblico. Gli investigatori stanno cercando di risalire al movente e, quando lo conosceremo, potremo stabilire o meno un collegamento con l’aggressione avvenuta venerdì in via Pietro Micca”. “L’omicidio e le procedure di sgombero – aggiunge Messina – non sono minimamente collegati. In passato alcune persone hanno provato ostacolare il censimento degli occupanti e sono state isolate e assicurate alla giustizia, ora questa problematica non c’è più”. ansa

Condividi