Figline Valdarno: licenziati 318 lavoratori della Bekaert

FIGLINE VALDARNO (FIRENZE) – Si è riempita fino alla fine piazza Marsilio Ficino a Figline Valdarno (Firenze), dove ieri si è svolta la manifestazione di solidarietà per i 318 lavoratori della Bekaert licenziati la settimana scorsa. Alla fine, secondo gli organizzatori, i presenti erano alcune migliaia. Dal palco, dopo l’intervento del sindaco Giulia Mugnai, quello di tre rappresentanti della Rsu, dei respon

sabili regionali di Fiom, Fim e Uilm. Tutti hanno chiesto all’azienda di ritirare le lettere di licenziamenti e partecipare al tavolo in programma giovedì 5 luglio al Mise. La chiusura è stata affidata al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che, tra l’altro, ha chiesto che al tavolo in programma giovedì 5 luglio al Mise ci sia “un rappresentante del governo. Ma noi chiediamo che il governo si muova, anche attraverso rapporti tra gli Stati, perchè a quel tavolo ci sia l’azienda, e anche la Pirelli” che alla Bekaert, la multinazionale belga, aveva ceduto lo stabilimento di Figline quattro anni fa. (ANSA)

Condividi