Bulgaro si sveglia dall’anestesia, deruba altri pazienti e scappa dall’ospedale

 

I carabinieri di Roma hanno arrestato due uomini, un egiziano di 32 anni e un 28enne marocchino, con l’accusa di ricettazione. Al momento dell’arresto i due uomini, entrambi già noti alle forze dell’ordine, si trovavano in un bar in via Alfonso Lamarmora in compagnia di un 31enne bulgaro, che aveva appena venduto loro due tablet e un telefono cellulare, risultati rubati poco prima all’interno del Policnico Umberto 1.

Il cittadino bulgaro, infatti, al risveglio dall’anestesia post-operatoria, ha derubato altri pazienti dell’ospedale, allontanandosi poi dalla struttura per vendere la refurtiva. L’uomo è stato denunciato a piede libero per furto aggravato, mentre gli altri due sono stati trattenuti in caserma.

Condividi