Grecia: fuga all’estero in ricerca di lavoro

26 DIC – Con un tasso di disoccupazione che lo scorso settembre in Grecia ha toccato il record del 26%, quasi la metà dei greci in età lavorativa (il 49%) e’ alla ricerca di un lavoro all’estero. Ed il ricorso all’esodo – una tendenza spiccata che i sondaggi hanno registrato anche tra i giovani disoccupati del Portogallo (lì sono il 35.9% della forza lavoro) – e’ la soluzione piu’ desiderata tra gli under 25 greci tra i quali il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 55,4%. E’ quanto e’ emerso da un sondaggio condotto in Grecia dall’agenzia di collocamento Adecco.

In base alla ricerca, il 39% delle 400 persone coinvolte nella ricerca e’ disoccupato, il 48% lavora a tempo pieno e il 13% part-time. Il 30% degli intervistati ha dichiarato che almeno un altro membro della loro famiglia è alla ricerca di lavoro in un altro Paese.

Arrivata al quinto anno consecutivo di recessione, l’economia greca e’ destinata a contrarsi del 4.5% entro la fine dell’anno mentre la disoccupazione aumentera’ ancora, come ha predetto la Banca di Grecia il 3 dicembre.

La situazione economica delle famiglie e’ stata aggravata negli ultimi due anni dalle rigide misure di austerita’ (come i tagli a stipendi e pensioni e aumenti delle tasse) imposte dal governo su direttiva dei creditori internazionali nel tentativo di risanare il bilancio dello Stato.

Grecia: Troika esige altre 150 riforme in cambio del piano salvataggio

Troika alla Grecia: licenziare 150.000 dipendenti statali

Grecia: 45mila statali licenziati per ordine della troika (UE, Bce e Fmi)

Grecia, Venizelos: misure imposte dalla Troika sono sbagliate

Ma la recessione ha provocato anche il fallimento in tutto il Paese di decine di migliaia di piccole e medie imprese che a sua volta ha determinato la perdita di migliaia di posti di lavoro. Da qui la necessita’ per molti di cercare un’occupazione altrove. […] (di Furio Morroni) (ANSAmed)

Condividi