Nordcorea lancerà missile a lungo raggio, sale la tensione col Giappone

2 DIC – La Corea del Nord questo mese effettuerà il lancio di un missile a lungo raggio. Lo ha annunciato l’agenzia ufficiale nordcoreana Kcna, citata dalla Bbc. Il lancio avverrà tra il 10 e il 22 dicembre per mandare in orbita un satellite di osservazione. Pyongyang ha già tentato un lancio del satellite lo scorso aprile.

A seguito dell’annuncio il Giappone ha rinviato i colloqui con la Corea del Nord. E’ quanto riporta l’agenzia giapponese Kyodo precisando che il ministro della Difesa giapponese, Satoshi Morimoto, ha anche emesso un ordine per la distruzione del missile nel caso dovesse entrare nello spazio aereo giapponese. La Corea del Nord e il Giappone avevano fissato un nuovo round di colloqui ad alto livello che si sarebbero dovuti svolgere mercoledì e giovedì prossimi a Pechino.

Il ministero degli Esteri sudcoreano ha espresso “grave preoccupazione” per l’annuncio di Pyongyang del prossimo lancio di un missile a lungo raggio, un test in violazione degli impegni internazionali della Corea del Nord. Anche la tempistica del lancio è particolarmente preoccupante per Seul dal momento che il 19 dicembre si celebrano in Corea del Sud le elezioni presidenziali con entrambi i principali candidati che hanno in programma una politica di riavvicinamento al Nord che rischia di andare in crisi.

Le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza Onu vietano alla Corea del Nord di condurre test missilistici “usando tecnologia missilistica balistica”. La Corea del Nord ha anche condotto due test nucleari nel 2006 e nel 2009.

A intervenire con una dichiarazione è stato anche il dipartimento di Stato Usa per il quale “il lancio di un ‘satellite’ nordcoreano sarebbe una grave provocazione ed una minaccia alla pace e alla sicurezza della regione”.

La portavoce del dipartimento di Stato, Victoria Nuland, ha ricordato come questo lancio sarebbe una “diretta violazione delle risoluzioni Onu 1718 e 1874”. E come il Consiglio di Sicurezza ha adottato all’unanimità una mozione di forte condanna della Corea del Nord il 16 aprile scorso, dopo che Pyongyang effettuò un analogo test missilistico che, secondo gli osservatori internazionali, è fallito.

“Continuare a destinare le scarse risorse allo sviluppo di armi nucleari e missili a lungo raggio non farà altro che isolare ulteriormente ed impoverire la Corea del Nord – ha aggiunto ancora la portavoce di Hillary Clinton – gli Stati Uniti si stanno consultando con i partner che partecipano ai colloqui a sei e con altri alleati per decidere i prossimi passi”.adnk

Condividi