Obama: “sapevo che Trump non avrebbe portato avanti le mie politiche”

Barack Obama ha lanciato uno degli attacchi più duri al presidente americano Donald Trump, accusandolo di non avere “alcun interesse a fare il lavoro” richiesto a un presidente e di trattare la Casa Bianca come un “reality show”.

Nel discorso tenuto prima di Kamala Harris alla convention democratica, e pronunciato dal Museo della Rivoluzione americana di Filadelfia, Obama ha dichiarato che, sebbene si aspettasse che Trump non avrebbe mai “fatta propria la mia visione o portato avanti le mie politiche”, non avrebbe però mai creduto che avrebbe trattato la presidenza come “niente altro che un reality show che può usare per avere l’attenzione che brama”.

Quindi Obama ha invitato a votare Joe Biden, definito “un fratello”, e “mia amica Kamala Harris”, e di “credere nelle loro capacità di guidare questo paese fuori da questi tempi bui e di ricostruirlo”, ma, ha ammonito, tenendo presente che “nessun americano da solo può sistemare il paese contando solo su se stesso. Nemmeno un presidente”.

Perchè “la democrazia non è mai stata concepita come ‘dammi il tuo voto, migliorerò tutto’. Richiede una cittadinanza attiva e informata”. “Quindi – ha concluso Obama – vi chiedo anche di credere nella vostra capacità, di accettare la vostra responsabilità come cittadini, per assicurare che i principi fondamentali della nostra democrazia tengano. Perché è quello che è in gioco adesso. La nostra democrazia”.  ASKANEWS

Siria

Condividi