“Circondiamo Roma”. Il 15 agosto Manifestazione Contro tutte le mafie

Dopo la manifestazione del 18 luglio scorso, Francesco Carbone presidente dell’Associazione Governo del Popolo Aps ci riprova. L’associazione, costituita col chiaro intento di ripristinare lo Stato di Legalità e Giustizia pretendendo l’applicazione della Carta Costituzionale, ha deciso di organizzare una nuova pacifica protesta per il 15 agosto, sempre a bordo delle proprie autovetture e sempre sul GRA a Roma.

Le modalità saranno rese note in seguito con un video nel canale youtube Francesco Carbone e sul forum dell’Associazione Governo del Popolo APS, dove chiederà nuovamente ai cittadini oppressi di aderire alla manifestazione contro quello che definisce un vero e proprio Regime che denuncia da anni perché opprime i diritti umani inalienabili e viola le tutele a salvaguardia delle libertà del popolo Italiano.

La manifestazione ha lo scopo di chiedere l’intervento della Legge, dell’applicazione della Costituzione e provvedere quindi agli arresti, alla confisca dei beni e avviare i processi contro tutti i crimini denunciati singolarmente dall’Associazione Governo del Popolo APS

Crimini – denuncia Carbone – commessi da appartenenti alle Istituzioni dello Stato che hanno commesso abusi e soprusi contro i singoli, contro la collettività, contro l’erario e la Personalità dello Stato, al fine di proteggere veri e propri Sistemi Criminali di cosche, logge, ordini e sette dediti a reati di tipo mafioso e/o altro, ma dediti anche agli affidi illeciti dei bambini,  gli illeciti o i fraudolenti fallimenti e/o esecuzioni immibiliari, le illecite prevenzioni antimafia, la dittatura sanitaria, i danni vaccinali, le frodi e le illecite elargizioni di fondi europei, statali, antimafia, sfruttamento di lavoratori etc.

Inoltre, la protesta è promossa per chiedere: arresti, confisca dei beni, indagini e processi contro i responsabili del Golpe politico giudiziario del 1989 che ha portato alla svendita di tutti i beni e servizi dell’Italia, tra cui l’IRI, la sovranità nazionale e la sovranità monetaria. E chiedere anche la eliminazione del Segreto di Stato sui procedimenti di tipo terroristico etc.., in particolare sulle indagini e informativa di cui si stavano occupando i Magistrati Dr. Paolo Borsellino e Dr. Giovanni Falcone prima di essere uccisi.

Non a caso, la manifestazione si terrà il 15 agosto data memorabile perché ricorre l’anniversario dell’inizio del depistaggio delle indagini sull’uccisione di Falcone e Borsellino e la scorta, nonché di quelle indagini archiviate in fretta e furia il 14 agosto 1992.

Infine, oltre a sensibilizzare i cittadini, la manifestazione ha lo scopo di avere risonanza mediatica dal main stream di regime, colpevole del silenzio assordante su queste proteste, e pretendere a gran voce l’intervento immediato dei veri e fedeli servitori dello Stato (sappiamo che ce ne sono ancora molti e per questo non abbiamo ancora perso tutta la fiducia nella Giustizia) o, in ultima istanza, l’intervento di una o più potenze straniere facenti parte del Patto Atlantico, al fine di interrompere questa incessante spirale di violenza e di sistematica violazione dei Diritti sanciti dalla nostra Costituzione al fine di tutelare i Diritti Umani, e che per questo, è stata già presentata una circostanziata denuncia all’Ambasciata Americana a Roma.

Condividi