Conferenza ONU, Italia dona 3 milioni di euro “per i migranti venezuelani”

Condividi

 

BRUXELLES – I donatori internazionali hanno promesso un totale di 2,544 miliardi (di cui 595 milioni di euro in sovvenzioni), con l’Unione europea e i suoi Stati membri che hanno mobilitato 231,7 milioni in finanziamenti a fondo perduto. La Commissione europea da sola ha impegnato 144,2 milioni di euro per assistenza umanitaria immediata, assistenza allo sviluppo a medio e lungo termine e interventi di prevenzione dei conflitti.

La Banca europea per gli investimenti ha annunciato 400 milioni di euro di prestiti supplementari per la regione. A riferire i dati è la stessa Commissione europea.



Per l’Italia ha partecipato alla Conferenza la vice ministra agli Esteri, Emanuela Del Re, che ha annunciato il contribuito del Paese per 3 milioni di euro. Il contributo finanzierà il piano regionale delle Nazioni Unite di assistenza a migranti e rifugiati, ha spiegato Del Re, precisando che “oltre a essere impegnata da un punto di vista umanitario, l’Italia lavora per assicurare una soluzione politica alla crisi venezuelana”.

L’Ue e il governo della Spagna, con il sostegno dell’Agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr) e dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), hanno organizzato la Conferenza internazionale dei donatori in solidarietà con i rifugiati e i migranti venezuelani nei paesi della regione, nel contesto del Covid-19. Oltre 60 paesi, agenzie Onu, istituzioni finanziarie internazionali e rappresentanti della società civile nazionale e internazionale vi hanno partecipato.

“Sono lieto di annunciare che l’Unione europea contribuirà a questa conferenza fornendo 144,2 milioni di euro in nuovi fondi per gli aiuti umanitari, la cooperazione allo sviluppo e la prevenzione dei conflitti”, ha detto l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell nel suo intervento alla Conferenza dei donatori in solidarietà con i migranti ed i rifugiati venezuelani. “Inoltre, la Banca europea per gli investimenti metterà a disposizione 400 milioni di euro di prestiti per i paesi di accoglienza dei migranti“, ha aggiunto.

“Oltre 5 milioni di persone sono state costrette a lasciare il Venezuela. E’ il più grande esodo nella storia dell’America Latina, secondo solo alla Siria nel mondo”, ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio europeo Charles Michel in occasione della Conferenza internazionale dei donatori in solidarietà con i migranti ed i rifugiati venezuelani. “Il Covid-19 ha peggiorato le cose. L’Ue e la Spagna, l’agenzia Onu per i rifugiati e l’Onu sono pronti ad aiutare nell’odierna Conferenza dei donatori. #Together4Venezuelans”, ha aggiunto Michel.  ANSA



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -