La UE ci dà il permesso di spendere 9 miliardi di soldi NOSTRI

La Commissione europea ha approvato oggi un regime di aiuti italiano da 9 miliardi di euro a sostegno delle aziende e dell’economia, nel contesto dell’epidemia di coronavirus. Il regime è stato approvato nell’ambito del “Quadro temporaneo” sugli aiuti di Stato adottato dalla Commissione il 19 marzo 2020, e poi modificato il 3 aprile e l’8 maggio 2020.

Nell’ambito del regime, le Regioni italiane, le Province autonome, altri enti territoriali e le Camere di commercio saranno in grado di fornire supporto alle aziende di tutte le dimensioni, compresi i lavoratori autonomi, le piccole e medie imprese (Pmi) e le grandi aziende.Il sostegno pubblico può essere concesso tramite sovvenzioni dirette, garanzie su prestiti e tassi di interesse agevolati per prestiti, aiuti alla ricerca e sviluppo relativi al coronavirus, e sussidi salariali per i dipendenti per evitare licenziamenti durante l’epidemia.

Il regime di aiuti mira a sostenere le aziende che incontrano difficoltà a causa della perdita di reddito e liquidità risultanti dall’impatto economico dell’epidemia di coronavirus. In particolare, aiuterà le imprese a coprire i bisogni immediati di capitale circolante o le esigenze di investimento. Verranno anche promosse e sostenute la ricerca e la produzione di prodotti correlati al coronavirus.La Commissione ha riscontrato che il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel Quadro temporaneo. (askanews)

Condividi