Erdogan: 18mila migranti ammassati a confine Europa

ISTANBUL, 29 FEB – La Turchia “non può gestire la nuova ondata di rifugiati” dalla Siria. Lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in un discorso a Istanbul, in cui ha detto anche che la Turchia che manterrà aperte le frontiere con l’Europa per consentire ai rifugiati di attraversare.

Il leader turco ha quindi criticato l’Europa per non aver aiutato Ankara ad affrontare il flusso di arrivi. “Non chiuderemo le porte”, ha detto Erdogan, affermando che da ieri, 18mila migranti si sono ammassati al confine verso l’Europa e ha aggiunto che il numero oggi potrebbe arrivare a 30mila.

Il ricatto che per mesi Erdogan ha minacciato si e’ trasformato in realta’. Un’ondata, quella dei migranti, che la Grecia ha frenato blindando le frontiere. Atene ha chiuso il valico di terra a Kastanies Evros, inviando rinforzi di polizia e sparando gas lacrimogeni.  ansa

Treni e bus turchi trasportano centinaia di migranti al confine greco

 

Condividi