“Non è una bellezza italiana”, cacciato consigliere della Lega

Di fronte alla copertina di Vogue Italia con una modella veneta di origine senegalese, aveva scritto sui social che non poteva essere considerata una bellezza italiana.

«Una gran bella ragazza. Da lì dire che è una bellezza tutta italiana  ce ne passa. Una gran bella ragazza, meritevole di una copertina così importante, ma è una bellissima senegalese. Il razzismo non c’entra. Il mondo è bello perché è vario. Una chiampese o una mediterranea non sarà mai una senegalese e viceversa. Per me una chiampese doc è una ragazza solare, bianca» aveva scritto.

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha commentato: «La Rete è piena di personaggi che dicono cazzate. Ci vorrebbe una legge che gli tappasse la bocca. Per noi è veneta al 100%, figurarsi se sto qui a fare distinzioni su dove è nata, è vissuta o si è formata »

(ansa) E’ stato espulso dal gruppo della Lega Nord al Comune di Arzignano (Vicenza) Daniele Beschin, il coordinatore di Forza Nuova del vicentino finito sotto accusa per alcune frasi su Facebook sull'”italianità” della modella concittadina Maty Fall Diba, di origine senegalese, comparsa sulla copertina di Vogue Italia. Lo rende noto lo stesso Beschin, affermando di essere stato vittima di “giochi di palazzo e per delle guerre fratricide interne alla Lega che non mi riguardano, però – ribadisce – di razzismo nelle mie parole non c’era nulla”.

“Sono sorpreso e anche amareggiato – dice Beschin – nel constatare come le mie parole siano state volutamente fraintese e strumentalizzate. Il mio commento era riferito solo a dei canoni di bellezza e non al fatto che la bellissima Mati sia una ragazza italiana, fatto indiscutibile”.

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi