Bologna: capotreno aggredito e rapinato da minorenne senza biglietto

Condividi

 

Minore aggredisce e rapina capotreno: rintracciato in classe. Capotreno aggredito e rapinato da un minore che era stato pizzicato a bordo senza il biglietto. E’ quanto riferisce la polizia, ricostruendo l’episodio accaduto ieri mattina sul treno regionale Bologna/Ferrara.

Gli agenti sono riusciti a risalire al minore, che è stato rintracciato mentre era a scuola. Insieme a lui è stato denunciato anche un altro giovane, che avrebbe preso parte ai fatti. I due dovranno rispondere, a vario titolo, di rapina, lesioni a Pubblico Ufficiale, porto abusivo di coltello ed interruzione di pubblico servizio.

Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, dopo averlo sanzionato perchè privo del biglietto, il capotreno sarebbe stato aggredito dal minore, con l’aiuto di alcuni amici a bordo del convoglio. Dopo aver impedito la ripartenza del treno, il giovane avrebbe colpito il malcapitato strappandogli il borsello, per poi darsi alla fuga.
Raggiunto dal capotreno nell’atrio della stazione, tra i due sarebbe nata una colluttazione: il ferroviere ha avuto la peggio mentre il ragazzino è riuscito a scappare. Poco dopo la vittima – incrociando e riconoscendo altri due soggetti che avrebbero aiutato il minorenne nella rapina – è stato nuovamente aggredito.

Sul posto sono intervenuti alcuni agenti in abiti civili della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale, che si trovavano a poca distanza dal luogo. Dopo aver raccolto le testimonianze dei presenti, gli agenti hanno dato il via all’indagine.

Sono stati infine individuati quattro minorenni, coinvolti a vario titolo nella vicenda, uno dei quali è stato denunciato in stato di libertà per i reati di rapina, lesioni a Pubblico Ufficiale, porto abusivo di coltello ed interruzione di pubblico servizio. Un secondo ragazzino dovrà invece rispondere di rapina in concorso e lesioni, mentre la posizione degli altri due giovani è attualmente al vaglio degli operatori, unitamente a eventuali responsabilità di altri presenti.

L’attività degli investigatori è adesso rivolta ad episodi simili accaduti nella zona “in relazione ai quali non può escludersi il coinvolgimento di alcuni dei componenti del gruppo”, fa sapere la Polfer.

Proprio sulle aggressioni a bordo dei treni ieri è intervenuto il sindacato di Polizia Siulp che ha chiesto per gli agenti Polfer giubbotti antiproiettile e metal detector.

www.bolognatoday.it

Seguiteci sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguiteci sul Social VK https://vk.com/imolaoggi

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -