Nato: “pronti a rispondere” se la Russia attacca la Polonia

Attraverso la presenza della Nato in Polonia e nei paesi baltici viene mandato a Mosca un segnale molto forte: in caso di attacco, risponderà l’intera Alleanza. Lo ha dichiarato oggi in un’intervista al quotidiano “Rzeczpospolita” il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg.

La Nato non ha nessuna lista di nemici, perché non vediamo nessuna imminente minaccia per qualsivoglia dei nostri alleati. Vediamo però un clima di sicurezza sempre più incerto e imprevedibile. Vediamo un nuovo tipo di terrorismo, quello dello Stato islamico, un’organizzazione più forte e brutale di quelle del passato. Vediamo una Russia più assertiva, che investe nell’ammodernamento del suo esercito e delle armi nucleari, infrangendo i trattati internazionali. Vediamo minacce cibernetiche e il mutamento dell’ordine mondiale, con una crescita del peso della Cina. Dobbiamo essere preparati all’ignoto“, ha dichiarato Stoltenberg.

Interrogato se Mosca sia da considerarsi un nemico della Nato, il segretario generale risponde che “non definiamo la Russia in quel modo”. “Semplicemente rispondiamo quando ce n’è il bisogno. Quello che abbiamo visto in Ucraina, ovvero un’invasione armata della Russia contro un vicino, non può ripetersi contro un membro della Nato”, ha proseguito.  Agenzia Nova

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi