Parigi: migranti appiccano incendio per tendere agguato ai vigili del fuoco

Parigi – I vigili del fuoco e la polizia francesi nel sobborgo parigino di Champigny-sur-Marne sono stati attaccati all’inizio di questa settimana da un gruppo di giovani migranti che sono stati bersagliati con proiettili e molotov.

Gli scontri sono scoppiati nelle prime ore di martedì mattina quando una banda di quindici individui mascherati e incappucciati ha attirato circa sei vigili del fuoco nell’area di Champigny-sur-Marne, dopo aver appiccato il fuoco all’immondizia. Secondo una fonte della polizia sindacale, all’arrivo sul posto, i pompieri sono stati attaccati dal gruppo di giovani migranti che hanno lanciato proiettili contro di loro, riferisce Le Figaro.

“Sembrava una trappola. Gli individui hanno appicato gli incendi volontariamente ”, ha affermato la fonte della polizia sindacale.

Poco dopo essere stata avvisata della situazione, la polizia è arrivata sul posto ed è stata accolta da giovani migranti che hanno sparato sia a loro, che ai pompieri.

A seguito dell’incidente, tre dispositivi incendiari che potrebbero essere stati utilizzati dagli aggressori, sono stati sequestrati dalla polizia. Tre minori sono stati arrestati.

Non è la prima volta che un attacco del genere si verifica in Francia. In effetti, gli attacchi in stile agguato ai pompieri e al personale di emergenza sono ormai all’ordine del giorno nell’odierna Francia.

A settembre, in meno di due settimane, si sono verificati tre incidenti distini in cui la polizia o i vigili del fuoco sono stati colpiti con pietre, mortai o bombe Molotov.

La scorsa settimana, i vigili del fuoco di tutto il paese sono scesi in piazza a Parigi per esprimere le loro preoccupazioni per le cattive condizioni di lavoro. Le proteste si sono concluse con violenti scontri tra i vigili del fuoco e la polizia antisommossa.

voiceofeurope.com

Clamoroso! Migranti, Macron: possibile guerra civile in Francia

Condividi