Terracina: due “richiedenti asilo” tentano di stuprare una donna. Arrestati

Condividi

 

Due immigrati richiedenti asilo hanno cercato di stuprare una donna e di investirla. L’ennesimo episodio di violenza si è verificato a Terracina, in provincia di Latina. Qui la giovane è stata avvicinata e dunque importunata dai due extracomunitari, che sono passati presto dalle parole ai fatti, assalendola fisicamente.

A riportare la vicenda il ministro dell’Interno Matteo Salvini: i responsabili dell’accaduto sono un iracheno di vent’anni e un egiziano di trenta; arrestati dalle forze dell’ordine, sono stati condotti in carcere. Questa la denuncia del responsabile del Viminale, rilanciando la sua proposta – nonché cavallo di battaglia della Lega – di castrazione chimica: “Ecco altri due ‘poveri richiedenti asilo’ tanto cari alla sinistra, che ieri hanno tentato di stuprare e di investire una donna. Grazie al decreto Sicurezza potranno essere espulsi, anche se io rimango convinto che per pedofili e stupratori la castrazione chimica sarebbe necessaria“.



Il Dicastero, inoltre, ha reso noto che il 20enne aveva già fatto richiesta di asilo politico in Svezia, incassando però tre dinieghi; in seguito si era spostato nella vicina Finlandia e quindi in Italia: qui ha impugnato il provvedimento di trasferimento in Svezia, con udienza fissata nel 2020, di cui il Viminale stesso ne chiederà l’anticipazione.  ilgiornale.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -