Sea Watch, continua protesta degli immigrofili a Lampedusa

Condividi

 

foto news.fidelityhouse.eu

PALERMO, 25 GIU – L’appuntamento è alle 22, ogni sera, quando don Carmelo La Magra e gli esponenti del Forum Lampedusa solidale si riuniscono davanti al sagrato della chiesa, a Lampedusa, e avvolti nelle coperte termiche tirano fino a notte fonda parlando con turisti e isolani che portano loro sostegno e solidarietà, prima che si faccia ora di dormire, ciascuno sul proprio gradino. La prossima è la settima notte di protesta nell’Isola, inscenata per chiedere che i 42 migranti salvati 12 giorni fa dalla Sea Watch siano autorizzati a sbarcare.

“Nessuno delle istituzioni ci ha fatto visita. La politica se ne sta a distanza; fa accezione un appello lanciato sabato scorso da Emma Bonino, che ha invitato i parlamentari a recarsi a Lampedusa”, dice uno dei “veterani” della protesta, il quale racconta del recente arrivo a Lampedusa di Silvio Berlusconi, nella sua villa Cala Francese, acquistata nel 2011: “Un paio di sere fa abbiamo visto la sua macchina transitare, probabilmente non sapeva neanche della nostra protesta”. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -