Bologna, comunità islamica Ucoii: ”chiediamo luoghi di culto più dignitosi”

Condividi

 

BOLOGNA, 31 MAR – “C’è un problema reale sui luoghi di culto, che non riguarda solo le comunità islamiche. Su questo vorremmo intraprendere un percorso per una legge sulla libertà religiosa che vada a regolamentarne l’apertura. Chiediamo, non pretendiamo, che le comunità islamiche siano messe in condizione di aprire luoghi di culto dignitosi”.

E’ uno dei punti su cui ha insistito Yassine Lafram, presidente Ucoii, nella sua relazione all’assemblea generale a Bologna. “E’ impensabile che nel 2019 in Europa, nella nostra Italia, un musulmano debba andare in uno scantinato e nascondersi per fare una preghiera. Stiamo parlando di diritti costituzionali, non ci stiamo inventando nulla“.



All’assemblea ha partecipato anche Adam El Hamami, uno dei ragazzini eroi di San Donato Milanese, che ha raccontato il suo viaggio a Roma e l’incontro con Matteo Salvini: “E’ stata una giornata molto bella”, ha detto, spiegando che non si è parlato di cittadinanza. (ANSA)

Ricordiamo che l’Arabia Saudita e il Qatar, ad esempio, sono pieni di grandiose moschee. Basterebbe spostarsi in quei Paesi.

Sceicco del Qatar finanzia le moschee in Emilia Romagna

Islamici d’Italia, fondatore dell’Ucoi: ”La poligamia è un diritto”



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -