“Free Tommy Robinson”, discorso di Geert Wilders

 

Traduzione di Elena Quidello – Sottotitoli di Luciana Zanchini

Geert Wilders, politico olandese, fondatore e leader del Partito per la Libertà (PVV), Premio Oriana Fallaci 2009, chiede la liberazione del giornalista inglese Tommy Robinson, arrestato e condannato a 13 mesi di carcere per aver ripreso, dall’esterno, il processo contro una gang di musulmani accusati di violenza sessuale, anche su minorenni.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Ciao Inghilterra, come stai oggi? La signora May, il vostro primo ministro , oggi mi ha impedito di venire a Londra Probabilmente l’ultima volta il mio discorso non le è piaciuto. Si vergogni Signora May. Ma nonostante tutto, io sono qui e sono onorato di parlare di nuovo con voi. Voi siete tutti eroi e lasciate che vi chieda: può Tommy fidarsi di voi? SI, lo so che può.

Noi non abbandoneremo mai Tommy. Liberate Tommy Robinson. E si vergogni signora Theresa May. Lei non ha intrapreso alcuna azione contro lo stupro di massa delle ragazze inglesi. Lei ha permesso che Tommy Robinson venisse imprigionato; il suo Governo ha tradito le nostre figlie. Il suo Governo ha tradito la nostra fiducia.Il suo Governo ha tradito il popolo e peggio ancora, signora May, il suo governo ha tradito Tommy Robinson.

Amici miei, io vi chiedo: è così che volete che il vostro paese sia governato? Ha sentito signora May? Noi non tradiamo il nostro popolo perchè siamo diversi da Lei, noi siamo fedeli alla nostra gente, siamo fedeli al nostro paese e abbiamo cura dei nostri bambini e delle nostre figlie.

Amici miei, Tommy non meritava la prigione. Egli meritava una medaglia perchè ha fatto quello che i mezzi di informazione non hanno fatto, egli ha fatto ciò che avrebbe dovuto fare il governo britannico,  ha denunciato gli stupratori di bambini, ma l’establishment vuole zittirlo perchè l’establishment vuole zittire tutti noi.

Amici miei, io vi chiedo: potremo mai tacere? No Mai. Noi non taceremo mai e siamo qui per dimostrarlo. Liberate Tommy Robinson.

Amici miei, a pochi metri da qui vi è il dipartimento di guerra. E’ lì che il grande Wiston Churchill disse: non dobbiamo arrenderci nè fallire. Andremo avanti fino alla fine. Amici miei, questo è il tipo di leader di cui abbiamo bisogno, uomini come Churchill, uomini come Tommy Robinson, uomini che hanno fatto grande la Gran Bretagna. Voi siete l’orgoglio di questa Nazione, ecco perchè è un onore per me parlare qui di fronte a voi. Dietro l’angolo c’è Downing Street 10. E chi merita di abitare a Downing Street 10? La signora May o Tommy Robinson? E chi merita di essere il primo ministro del regno Unito? Theresa May o Tommy Robinson?

Amici miei, ovunque nell’Europa occidentale, i governi stanno capovolgendo i nostri paesi. Hanno aperto le nostre frontiere all’immigrazione di massa e alla islamizzazione. Stiamo perdendo il nostro paese, la nostra cultura, la nostra identità, la nostra libertà e i nostri bambini non sono più al sicuro ed ora hanno iniziato ad imprigionare coloro che obiettano. Chi pensano che siamo? Io dirò loro chi siamo. Siamo un gruppo di fratelli di Tommy, la resistenza è il nostro secondo nome, andremo avanti fino a che non avremo ciò che vogliamo, fino a che la vittoria sarà nostra, fino a quando Tommy Robinson tornerà di nuovo libero, finchè il paese sarà nuovamente nostro, fino a che non vinceremo

Andiamo avanti compatti. Se Tommy non sarà rilasciato ritorneremo in gruppi più numerosi In tutti i paesi, in tutto il mondo la nostra richiesta sarà ascoltata.

Liberate Tommy Robinson, liberatelo ora! ecco il nostro messaggio ai popoli d’Europa. Non disperate, l’ora più buia è ad un passo dall’alba ed è quasi l’alba. Dobbiamo reclamare i nostri paesi.

Ed ecco il nostro messaggio a Tommy Robinson: Tommy se tu ci ascolti, se tu riesci a vedere il video di questo evento, sappi questo: da parte di milioni di persone in tutto il mondo, da parte di migliaia di combattenti per la libertà riuniti qui oggi, noi diciamo non ti abbandoneremo mai. Tommy Noi saremo sempre qui per te. Non ci fermeremo fino a che tu non sarai libero Tommy, finchè non sarai tornato dalla tua famiglia, finchè non guiderai di nuovo il movimento per la libertà della Gran Gretagna.

Lunga Vita a Tommy Robinson.

Geert Wilders

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -