Comunità islamiche: allarmate da eventuale governo guidato da Salvini

Ad esprimere preoccupazione per l’affermazione del partito di Matteo Salvini all’interno della coalizione di centrodestra è Foad Aodi, presidente delle Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e dell’Associazione Medici d’origine Straniera in Italia (Amsi).

In un’intervista all’Adnkronos il rappresentante delle comunità arabe che vivono sul territorio italiano ha premesso di “rispettare l’esito delle urne”, ma di essere allarmato, al contempo, dalla prospettiva di un eventuale governo guidato da Matteo Salvini.

“Il timore sentito maggiormente dagli stranieri che vivono in Italia è quello di essere identificati come cittadini arabi, musulmani, africani e non come cittadini italiani, mettendo così a rischio la buona convivenza che stiamo difendendo con i denti da anni”, ha spiegato Aodi.

Per il presidente delle Co-mai a penalizzare, invece, la sinistra e in generale “le forze politiche che hanno sempre lavorato per l’integrazione e il dialogo”, è stato il fatto di non aver “parlato a sufficienza di immigrazione” durante la campagna elettorale e di “non aver presentato alcun candidato di origine straniera”.

Condividi