Migranti, 6 milioni di euro alle Ong per gestire campi in Libia

ROMA, 8 SET – L’Italia vuole intervenire nei “campi di detenzione” in Libia, attraverso le Ong, per migliorare le condizioni dei migranti trattenuti. Lo ha detto all’ANSA il viceministro degli Esteri, Mario Giro, confermando il piano proposto alle organizzazioni umanitarie anticipato da La Stampa.

“Tra brevissimo, entro settembre” sarà messo a bando uno stanziamento di 6 milioni di euro della Cooperazione italiana, ha aggiunto Giro, spiegando che “anche le autorità libiche saranno totalmente coinvolte, chiedendo loro di farci accedere”.

Il progetto prevede di cominciare a Tripoli, per “poi allargarsi” ad altre parti della Libia, “prima fornendo aiuti dall’esterno, con cibo, beni di prima necessità, kit medici, coperte, materassi e letti, per poi piano piano mettere un piede nella porta” dei campi, “fino ad arrivare a gestirli”, ha spiegato il viceministro.

“Ci sono però due condizioni: che sia garantita la sicurezza e che le autorità libiche concedano i permessi”, ha sottolineato Giro, precisando che “c’è un negoziato in corso”. Altri 3 milioni di euro, ha aggiunto, saranno destinati a un progetto speciale che riguarda le municipalità: “Non lavoreremo solo per i migranti, ma anche per i libici, attraverso i comuni, per ricostruire un minimo di vita civile sul territorio, con strutture sanitarie, scuole e sistemi di nettezza urbana”. Giro ha riscontrato la “disponibilità” da parte delle Ong, di cui “alcune lavorano già in Libia con la Cooperazione”, al piano proposto. E dal 10 settembre sarà inviato a Tripoli un responsabile dell’ufficio di Tunisi dell’Agenzia per la Cooperazione allo sviluppo. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -