Somala sfregiata da connazionale nel centro di accoglienza

Si vendica per un torto subito e sfregia la “rivale” con un pezzo di vetro. I fatti sono accaduti all’interno del CARA (centro accoglienza richiedenti asilo) di Castelnuovo di Porto. Una vendetta alla base del gesto.

Nei giorni scorsi le due ragazze, che al centro condividevano la camera, hanno avuto un accesso diverbio durante il quale una delle due ha tagliato i vestiti dell’altra. Un gesto che non è stato dimenticato e al momento giusto è stata fatta vendetta. Nella notte di ieri, una ragazza somala di 23 anni, ha utilizzato un pezzo di vetro per sfregiare la sua connazionale e poi si è data alla fuga. Sul posto, allertati dalla vittima, sono giunti i carabinieri della stazione di Castelnuovo di Porto e della compagnia di Bracciano.

I militari hanno seguito le indicazioni fornite e sono riusciti a rintracciare l’autrice del gesto in un locale in disuso della struttura. Non solo, hanno anche recuperato il pezzo di vetro utilizzato per lo sfregio in uno dei cestini dello stabile.La vittima è stata subito accompagnata in Ospedale, dove è stata curata per le lesioni subite; attualmente la sua condizione non desta preoccupazioni.

romatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -