Orlando, sms tra il killer e la moglie durante il massacro

 

Roma – Omar Mateen, durante la strage di Orlando, scambio’ alcuni sms con sua moglie, Noor Salman. Alle 4 del mattino, due ore dopo l’inizio dell’attacco, Omar scrisse alla donna per chiederle se avesse visto le notizie. Noor gli rispose che lo amava e tento’ di chiamarlo piu’ volte senza ottenere risposta.

Il bilancio della strage nel locale gay di Orlando, nella notte tra l’11 e il 12 giugno, e’ stato di 50 morti e 53 feriti. Intorno alle due di notte, Mateen, 29enne americano figlio di una coppia di afghani, ha aperto il fuoco con un fucile d’assalto semi-automatico AR-15 sulla folla di avventori del night club Pulse che stava ballando nella discoteca. E’ stato il bilancio più pesante di una sparatoria negli Usa in tempo di pace, persino più grave delle stragi al Virginia Tech del 2007 (32 morti) e alla scuola elementare Sandy Hook del 2012 (27 morti). (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -