La UE rivede al ribasso stime di crescita per l’Italia: Pil 2016 +1,1%

 

REnzi

Il Prodotto Interno Lordo dell’Italia dovrebbe crescere dell’1,1% nel 2016 (a fronte del +1,4% atteso nell’inverno scorso) e dell’1,3% nel 2017, dopo aver registrato un progresso dello 0,8% nel 2015. Lo prevede la Commissione Europea, nelle Previsioni economiche di primavera, diffuse oggi a Bruxelles.

La ripresa è sostenuta da fattori esterni positivi, come l’euro debole e i prezzi del petrolio bassi. Tuttavia, nel corso del 2015 il ritmo della crescita è calato, con il risultato di minore effetto di trascinamento per il 2016. Ciò, insieme a un ulteriore rallentamento nel commercio globale, spiega la revisione al ribasso della crescita attesa del Pil, rispetto alle previsioni invernali.

Il deficit pubblico dell’Italia è atteso al 2,4% del Pil nel 2016, dal 2,6% del 2015, e all’1,9% nel 2017, prevede la Commissione Europea. Il calo “marginale” del deficit è dovuto alla natura “espansiva” della Legge di Stabilità 2016. Come risultato, il saldo strutturale di bilancio è atteso in peggioramento di oltre mezzo punto percentuale di Pil nel 2016 (da -1% del Pil potenziale nel 2015 a -1,7% nel 2016 e nel 2017).

“Stiamo discutendo con le autorità italiane – afferma il commissario europeo agli Affari Economici Pierre Moscovici, in conferenza stampa a Bruxelles – la possibilità di garantire la flessibilità come prevista dal patto di stabilità. E’ un lavoro tuttora in corso. Abbiamo molti contatti con il governo italiano: ho incontrato il ministro Pier Carlo Padoan più di dieci volte”, cosa che “indica che poniamo molta attenzione alla situazione dell’Italia e che stiamo cercando di trovare dei punti in comune (o un punto di incontro o un terreno comune; il commissario ha usato l’espressione inglese ‘common grounds’, ndr)”. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -