Migranti, Pentagono: la Nato pronta a partecipare a operazioni nell’Egeo

 

pentagono-carterLa Nato e’ pronta a sostenere e partecipare alle operazioni navali nel Mar Egeo con la scusa di rispondere alle richiesta di Turchia, Grecia e Germania di un intervento nella gestione dell’emergenza migranti: lo ha annunciato il segretario Usa alla Difesa, Ashton Carter, al termine della sessione della ministeriale Nato dedicata al tema. “La Nato e tutte le parti al tavolo stamane hanno sottolineato la volonta’ dell’Alleanza di sostenere e partecipare a questa operazione”, ha spiegato Carter.

I ministri della Difesa della Nato hanno acconsentito al fatto che i rispettivi vertici militari valutino le diverse misure di appoggio dell’Alleanza nella gestione della crisi migranti e rifuguati. Le diverse opzioni saranno poi “riviste dal Comitato militare e portate in Consiglio”.

Carter ha anche elogiato Turchia, Germania e Grecia che hanno fatto “unite la proposta”; mentre non e’ voluto entrare nel dettaglio di come la Nato potrebbe aiutare nella gestione della crisi e ha detto di preferire “che i Paesi (richiedenti) parlino su questo”. Il capo del Pentagono segnalato comunque che la Nato ha chiarito bene oggi la “sua volonta’ di appoggiare ed essere parte di questa operazione”, che necessitera’ comunque dell’approvazione del Consiglio Atlantico, il principale organo decisionale dell’organizzazione”. Carter ha aggiunto che i tre Paesi hanno anche sottolineato “la necessita’ che la Nato agisca rapidamente, un dato che gli Usa appoggiano con forza”, visto che “sono in gioco le vite e i destini delle persone”. (con fonte AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -