Malala (socia ONU) contro Trump: “i politici stiano attenti a ciò che dicono”

malala

L’attivista pakistana Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace 2014, ha criticato duramente le dichiarazioni “piene di odio” del candidato alla nomination presidenziale repubblicana americana Donald Trump, chiedendo ai politici di “pensare prima di parlare”. “È veramente triste ascoltare questi commenti così pieni di odio. I politici e i media devono essere molto, molto attenti a tutto ciò che dicono“, ha detto Malala durante un evento a Birmingham in ricordo del primo anniversario dell’attacco talebano al collegio di Peshawar, in Pakistan, in cui morirono oltre 150 persone, di cui 132 bambini.

Ovviamente l’attivista non si è minimamente sognata di dire “i musulmani stiano attenti a ciò che fanno”

Le parole di Malala fanno riferimento alle dichiarazioni di Trump del 7 dicembre scorso, quando disse che gli Stati Uniti dovrebbero chiudere l’accesso (MOMENTANEAMENTE) a tutti i musulmani come risposta a “l’odio” che, secondo lui, questa comunità ha contro gli americani. Trump e gli altri politici “facciano attenzione con i loro commenti, incolpare tutti i musulmani non farà altro che radicalizzare altri terroristi”, ha aggiunto (MINACCIATO. NDR)

La pakistana parla per sentire dire, o del discorso di Trump non ha capito niente, o è in malafede. Qui c’è quello che detto Trump  USA, Donald Trump: vietare momentaneamente l’accesso ai musulmani



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -